A Touch of Darkness by Scarlett St. Clair

Usa: 2019

Pagine: 438

Protagonisti: Persephone, Hades

Genere: Paranormal Romance

Casa Editrice: Inedito

Serie Hades & Persephone #1

A Touch of Darkness by Scarlett St. Clair

Persephone is the Goddess of Spring by title only. The truth is, since she was a little girl, flowers have shriveled at her touch. After moving to New Athens, she hopes to lead an unassuming life disguised as a mortal journalist. Hades, God of the Dead, has built a gambling empire in the mortal world and his favorite bets are rumored to be impossible. After a chance encounter with Hades, Persephone finds herself in a contract with the God of the Dead and the terms are impossible: Persephone must create life in the Underworld or lose her freedom forever. The bet does more than expose Persephone’s failure as a goddess, however. As she struggles to sow the seeds of her freedom, love for the God of the Dead grows—and it’s forbidden.

TRADUZIONE

(Una rivisitazione moderna di Ade e Persefone)

Persefone è la dea della primavera solo per titolo. La verità è che, sin da quando era una bambina, i fiori si avvizzivano al suo tocco. Dopo essersi trasferita a Nuova Atene, spera di condurre una vita senza pretese camuffata da giornalista mortale. Ade, il dio dei morti, ha costruito un impero del gioco d’azzardo nel mondo dei mortali e si dice che le sue scommesse preferite siano impossibili. Dopo un incontro casuale con Ade, Persefone si ritrova in un contratto con il Dio dei Morti e le condizioni sono impossibili: Persefone deve creare la vita negli Inferi o perderà per sempre la sua libertà. La scommessa, tuttavia, fa più che esporre il fallimento di Persefone come dea. Mentre lotta per diffondere i semi della sua libertà, l’amore per il Dio dei Morti cresce ed è proibito.

“It is true what they say about you. You heed no prayer. You offer no mercy.”
“No one prays to the God of the Dead, my lady, and when they do, it is too late.”

Sì, lo so, sembrerebbe sia tornata di moda la mitologia e noi del Dirty mica ce la facciamo scappare.

Oggi vi propongo nuovamente il mito di Ade e Persefone, questa volta però narrato da Scarlett St. Claire.

Tutto sommato è stata una lettura carina che però mi ha lasciato ben poco. Ho trovato più emozionante la prima metà e in particolare ho apprezzato la costruzione del regno di Ade strettamente correlato al gioco d’azzardo, dove le scommesse vengono fatte da un dio in grado di leggere ogni sfaccettatura dell’anima, un essere immortale che risiede nelle retrovie ammantato dal suo velo di mistero e potere.

Persefone invece è una giovane dea succube dell’ipercontrollo della madre e che proprio a causa della non conoscenza del mondo a cui appartiene finisce per cadere nel tranello di Ade.

Non sono molto convinta dei panni indossati da questa Persefone. Viene inizialmente descritta come una giovane anima candida che però appena ne ha l’occasione si erge a difensore del regno mortale ingaggiando una vera e propria lotta a colpi di penna per demolire la figura del dio dei morti.  Insomma, un po’ come quando i bambini si tirano i pizzicotti per infastidirsi quando non sono in grado di dichiararsi affetto.

Ade invece pare sopportare con molta pazienza le invettive di una giovane donna inacidita dalla privazione materna e invece di lanciarla giù per un burrone le dà corda, anzi, prova in tutti i modi a sedurla.

Ahimè, ho ben in mente e nel cuore il capolavoro di Giulia Calligola e la bellezza infinita dei suoi personaggi. Forse è proprio per questo motivo che non ho trovato sufficientemente credibile la storia narrata da Scarlett, certamente godibile, ma nulla di indimenticabile.

In ogni caso un buon libro che, per gli amanti della mitologia e soprattutto della vicenda legata ad Ade e Persefone, è in grado di donare belle emozioni e far passare qualche ora a sognare di essere nei panni della giovane dea della primavera.

Giudizio:

Classificazione: 3 su 5.

Sensualità:

Cherry

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: