Penalità d’amore di Helena Hunting

Titolo Originale: Pucked

Usa: 2015

Pagine: 320

Protagonisti: Violet, Alex

Genere: Sport Romance

Casa Editrice: Always Publishing

Serie Love on Ice (Pucked) #1

Data di Uscita: 20 Luglio 2020

Penalità d’amore di Helena Hunting

Con un famoso giocatore di hockey come fratellastro, l’eccentrica Violet Hall ha parecchia familiarità con la reputazione da donnaioli di tante stelle dell’hockey. Quindi di certo non è interessata al leggendario capitano dei Chicago Hawks, Alex Walters, né al suo bel viso affascinante e ai suoi muscoli duri come la roccia.

Ma quando Alex inavvertitamente smentisce l’idea errata di Violet riguardo all’inferiorità dell’intelletto dei giocatori di hockey, diventa all’improvviso molto più che solo un fisico attraente con un viso che lo eguaglia. E in un momento di mancanza di giudizio, Violet finisce per scoprire quanto Alex sia abile non solo sulla pista da hockey. Comunque lei crede che la notte selvaggia con un giocatore dalla pessima reputazione sia destinata ad essere soltanto questo, l’avventura di una notte.

Ma poi Alex comincia a chiamare, a scrivere, a mandare doni stravaganti e divertenti, e tutto a un tratto diventa troppo difficile da ignorare e troppo irresistibile per non farselo piacere. Con la stampa che descrive Alex come un donnaiolo seriale, i paparazzi, le fan scatenate, due famiglie invadenti, Violet è davvero pronta a fidarsi è a mettere in gioco il suo cuore?

Questo è il secondo libro di Helena Hunting che leggo e ogni buona impressione che mi avevano lasciato i due sotto il tetto in compagnia del ragno peloso e del simpaticissimo furetto è stata pienamente riconfermata. La Hunting è una di quelle autrici che sanno farti guardare il cielo chiaro oltre le nuvole grigie, o intravedere l’aria tersa anche restando dietro vetri opachi. I suoi personaggi non sono mai eroi o principi in cappa e spada, sono sempre persone reali che puoi incontrare in ascensore, con cui puoi anche litigare, dotati di grandi pregi e diversi difetti. Persone normali come te, lettore, che sorridi e ti perdi dietro alle sue storie.

Il meglio del meglio, da sbellicarsi senza ritegno? I pensieri di Violet sul fratello…

“Vorrei avvertire Sunny che la forte aura di Buck è il risultato delle sue malattie veneree; o forse la vasta quantità di peli che si ritrova sul corpo dà l’impressione che abbia un’aura quando in realtà è travestito da Bigfoot.”

Violet è infatti la vera protagonista indiscussa di questo libro esilarante: sorella un po’ nerd di un affermato giocatore di hockey, Buck, non vuole mischiarsi né ora né mai con certi sportivi che lei reputa maniaci del sesso, ignorantoni patentati e traditori seriali.

«Non dovresti fumare. Fa male alla salute.»

«Anche le malattie veneree. Ma io non ti faccio la predica solo perché vai in giro a puttaneggiare.»

Poi però conosce Alex, “sesso distillato su ghiaccio tritato, e che legge libri senza figure”, capitano della squadra di suo fratello, e lui tutto sembra tranne un ignorante con un disco da hockey e una mazza piantati in testa al posto del cervello. E da quel cervello pensante, ironico, intrigante si lascia attrarre come fosse il pifferaio magico.

E Alex? Anche lui viene attratto, sfido ognuno, da una tipa che oltre ad essere carina da matti è pure sexy in modo inconsapevole e divertente e sincera ai limiti della decenza, quanto un comico un po’ brillo.  

“Il tipo dagli occhi belli ha il vantaggio. Il nome Waters è scritto a grandi lettere nere sulle sue spalle. È il numero undici. È lui il mago, eh? Il suo viso viene eclissato da un pugno velocissimo, ma ammiro la sua tenacia. Le dà bene quanto le prende.”

E qui sta il segreto della scrittura della Hunting: il perfetto equilibrio tra romanticismo, ovvero quell’amore costruito secondo una logica inconfutabile fatta di attrazione fisica E mentale, e il divertimento, ovvero i dialoghi frizzanti, le battute che ti strappano vere risate, pure se leggi nel silenzio della notte o nel nervosismo della coda infinita in posta. Ogni ingrediente di questa storia, che siano i momenti hot, o quelli di complicità, che siano le numerose situazioni imbarazzanti, o quelle confidenziali sul passato di uno e dell’altra, sono dosati al milligrammo e bilanciano perfettamente il risultato finale che è poi il romance perfetto.

“Lei è la mia Q sulla casella che triplica i punti.”

Nessun dramma strappacuore o situazione impossibile che un deus ex machina debba miracolosamente recuperare, solo la lenta e meticolosa costruzione di una storia d’amore che coinvolge e convince mentre ti diverte dalla prima all’ultima pagina.

“Leggere più Hunting” potrebbe diventare il consiglio del terapeuta per curare stati depressivi o di noia! Secondo me funzionerebbe.

Giudizio:

Classificazione: 4.5 su 5.

Sensualità:

Navillus

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.