Bad Obsession di Paola Chiozza, Bianca Ferrari

Italia: 2020

Pagine: 315

Protagonisti: Damian, Chastity

Genere: New Adult

Casa Editrice: Self Publishing

Serie The Damned #1
Data di Uscita: 3 agosto 2020

Bad Obsession di Paola Chiozza, Bianca Ferrari

«Sono pronto a perdonare ognuno dei peccati che ti farò compiere.»

Belle ragazze. Tatuaggi. Musica rock.
Ecco ciò che ama Damian Kelly. Odia gli affari criminali della sua famiglia, vuole solo spaccare il mondo con la sua band, i Devil’s Skull. Nessuno può impedirgli di partecipare alla Boston Music Battle, anche se il destino ha ben altro in serbo per lui: una ragazza dalla voce angelica, virginea e con un crocifisso al collo.

Casa. Chiesa. Università.
Ecco ciò che ama Chastity Nedley. E la musica. Ma non la musica che approverebbero suo fratello e il suo Dio. Lei desidera di più, qualcosa di proibito: esibirsi su un palco e cantare rock ’n’ roll. Sa di trasgredire, eppure non ha intenzione di rinunciare alla Boston Music Battle. Ciò che non sa è che dopo la competizione, niente sarà più come prima.

Perché l’incontro tra Damian e Chastity, inaspettato e casuale, ha l’intensità di un terremoto.
Per Damian, Chastity rappresenta l’innocenza e la purezza.
Ha deciso che la vuole, a ogni costo, anche se lei è l’unica che non dovrebbe desiderare.
Per possederla è disposto a tutto: ricattarla, minacciarla e spingerla oltre ogni limite, là dove s’infrangono i confini tra il bene e il male, tra inferno e paradiso.
Un’ossessione incontrollabile e pericolosa potrà mai trasformarsi in una ragione di vita?

“Mi sono sempre sentito sincopato rispetto a ciò che mi circondava, un battito stonato nel placido e noioso quattro quarti che regola l’andamento delle persone normali. Ma Chastity mi ha appena fatto capire che vibra con me, che va a tempo con la mia aritmia.”

Questa storia, gente, è epocale. La dimostrazione scritta di tutti i miei principi sulla scrittura e sul genere romance. Quali sono questi principi? Fondamentalmente due: seguire ogni regola dettata dalla letteratura di genere (chiamasi anche cliché), ma riuscire a lasciare comunque un segno indelebile mediante la scrittura precisa, una trama equilibrata, coerente e protagonisti affascinanti, che non si possano dimenticare facilmente.

Potrei anche mettere le spunte.

Chastity è un personaggio al limite, sulla soglia che separa poco nettamente una nerd da un’eccentrica, sembra timida e insicura, vissuta fin troppo protetta nella bambagia, ma ha in testa ben chiaro ciò che vuole e come fare per ottenerlo.

“Non è solo bella, di donne belle ne ho viste più di quante ne possa contare. È soave e io sono un povero coglione anche solo perché conosco questa parola.”

Damian è semplicemente atomico!

Secondogenito di un noto criminale, si distingue per carattere, stile di vita e visioni del proprio futuro. Sfoga sulla batteria rabbia, voglia di affermazione e il suo concetto personale di stile musicale.

Lui e lei sono come treni che viaggiano su binari paralleli, nati per non incontrarsi mai. Eppure il destino continua a farli scontrare, finché non sarà più possibile per nessuno dei due ignorarsi. È la solita attrazione degli opposti che poi così opposti non sono? Ebbene sì ma, ragazzi, com’è raccontata la loro storia.

“A ventiquattro anni ho scoperto che gusto ha il paradiso. Sa di paura scacciata dalla lussuria, sa di preghiere che recitano il mio nome, sa di una libertà mai esplorata, sa di lacrime, vergogna, colpa e desiderio.”

Vi sfido a rimanere indifferenti durante questa lettura, a non vibrare per anticipazione, aspettative, attrazione. E con un pizzico di suspense che dà un tocco ulteriore.

Da godere ascoltando assolutamente la playlist finale, perché anche i gusti musicali delle due scrittrici fanno risuonare le corde giuste, o almeno le mie.

Paola e Bianca, avete scritto un mezzo capolavoro. Ma ora voglio subito il resto di questa brillante, accattivante storia!

Playlist

Giudizio:

Classificazione: 5 su 5.

Sensualità:

Violenza:

Cherry

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.