L’inizio della mia fine di L.A Cotton

Titolo Originale: Wicked Beginnings

Usa: 2017

Pagine: 302

Protagonisti: Maverick, Lo

Genere: Contemporary Romance

Casa Editrice: Hope Edizioni

Serie Wicked Bay #1

Data di Uscita: 3 novembre 2020

L’inizio della mia fine di L.A Cotton

Eloise “Lois” Stone sapeva che il trasferimento a Wicked Bay avrebbe reso le cose difficili. Lasciare la piccola contea inglese in cui era cresciuta, i ricordi e buona parte della sua vita non era certo facile, soprattutto considerando le prove a cui era stata sottoposta nell’anno appena trascorso.

Non aveva tuttavia preso in considerazione la possibilità di ritrovarsi faccia a faccia con il ragazzo che, una notte dell’estate precedente, durante la sua vacanza di famiglia a Wicked Bay, l’aveva trascinata nel suo mondo, facendole provare delle emozioni sconosciute.

Maverick Prince, il Principe della scuola, la star della squadra di basket, il ragazzo di cui tutte bramano l’attenzione, si comporta però come se non la conoscesse e, da perfetto stronzo, la tratta come se fosse una fastidiosa sorella minore che è costretto a tenere d’occhio. Lui sembrerebbe intenzionato a ignorarla, a tenerla a distanza, a trattarla come se non esistesse. Almeno, il più delle volte.

Lois ha una sola certezza: Maverick non è pericoloso solo per la sua sanità mentale, ma lo è prima di tutto per il suo cuore.

Il trasferimento a Wicked Bay non è il suo problema più grande e, quando si troverà in balia degli eventi, capirà che quello era solo… l’inizio della sua fine.

Di new adult ne esistono veramente tanti e probabilmente ne ho letti buona parte. Ne ho trovati di bellissimi, di banali, di sciocchissimi, alcuni non li ho nemmeno finiti, altri sono parte di serie infinite che però mi hanno sempre trasmesso moltissimo. La differenza, come sempre, la fanno la scrittura e i personaggi. E, ragazzi, ormai sono alla terza serie che leggo di Lianne Cotton e le sue parole prendono sempre vita, escono dal kindle e mi si attorcigliano al cuore.

Gli sguardi e le storie dei suoi personaggi mi si materializzano davanti e riesco a vederli, a “sentirli”. Sono ragazzi reali, che potrei aver incontrato in qualche momento della vita, che hanno sentimenti veri, che si comportano in modo coerente con la loro età, in bilico ma sempre in equilibrio tra le intemperanze della fine dell’adolescenza e la volontà, la capacità decisionale di giovani adulti.

“Eravamo entrambi feriti. Entrambi arrabbiati. Entrambi in lotta con i nostri demoni.
Forse era per questo che ero attratta da Maverick: le sue parti danneggiate richiamavano le mie…”

Okay, l’incipit della storia è un già sentito centinaia di volte: la giovanissima Eloise e suo padre si trasferiscono dalla campagna inglese in America, a Wicked Bay (nei dintorni di Los Angeles), che è come dire dalla Terra alla Luna. Qui la ragazza avrà non poche difficoltà ad adattarsi al nuovo ambiente, ai nuovi compagni, molti dei quali sono snob, alla casa principesca dove vivono lo zio paterno, sua moglie e i loro quattro figli.

In particolare i cugini si dividono in due opposte fazioni: i due più giovani si rivelano da subito buoni amici per Eloise, mentre i due più grandi, figli di primo letto della zia Rebecca, sono ostili come rinoceronti inca**ati.

Ma Eloise non è la timida inglesina svampita, il giocattolino nuovo con cui tutti vorrebbero trastullarsi. Ha coraggio, buon cuore, un cervello sveglio e non si perde mai d’animo. Giorno per giorno si rivelerà sempre più preziosa e leale con chi lo merita ma anche sincera e reattiva con chi le muove ingiusti attacchi.

“… la vita ti tratta così. Ti strappa il cuore e lo lascia sanguinare sul pavimento, poi aspetta che tu raccolga i pezzi per ricomporli. Andavo avanti, ma stavo solo cercando di salvare le apparenze.”

In realtà tanto Eloise quanto Maverick ( uno dei due cugini ostili) hanno molto in comune nel loro passato, nel cuore e nel carattere. E ognuno di questi aspetti anziché allontanarli li avvicineranno, inesorabilmente e anche contro la loro volontà. Come il destino/burattinaio vuole e comanda.

Ho volutamente solo accennato a Maverick, il protagonista maschile di questo romance, perché non voglio togliervi il piacere di conoscerlo e vederlo cambiare sotto i vostri occhi… Lui è un geode, una di quelle pietre grezze in superficie che al loro interno rivelano cristalli preziosi e lucenti…

Una storia banale solo in apparenza, con due protagonisti giovani solo per età, ma grandi come giganti nella vita e nelle scelte.

Lianne, mi hai conquistata ancora una volta. E chi ti molla più? Ad ogni tuo libro sarò lì, in pole position, a leggerti.

Trailer

Giudizio:

Classificazione: 4.5 su 5.

Sensualità:

Violenza:

Navillus

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.