Rabbia e rovina di Jennifer L. Armentrout

Titolo Originale: Rage and Ruin

Usa: 2020

Pagine: 528

Protagonisti: Trinity, Zayne

Genere: Urban Fantasy, Paranormal Romance 

Casa Editrice: HarperCollins Italia

Data di Uscita: 15 aprile 2021

Serie Harbinger #2 

Rabbia e rovina di Jennifer L. Armentrout

Trinity e Zayne, il Guardiano gargoyle incaricato di proteggerla, stanno combattendo insieme ai demoni per salvare il mondo dall’apocalisse che minaccia di abbattersi sull’umanità, ma concentrarsi sulla missione non è affatto semplice, perché ciò che provano l’uno per l’altra, anche se la natura del loro legame lo proibisce, si sta inesorabilmente trasformando in amore.

Così, cercando di tenere a bada il desiderio che cova sotto la cenere, ogni notte i due ragazzi pattugliano le strade cercando tracce del Messaggero, la misteriosa entità che nessuno ha mai visto e che sta uccidendo Guardiani e demoni senza distinzione… e soprattutto senza alcuna logica.

Quando Trinity e Zayne si rendono conto che da soli non possono farcela, chiedono rinforzi a un alleato a dir poco particolare: Roth e la sua coorte. Poi, mentre il numero dei morti continua a salire, viene alla luce un sinistro complotto che coinvolge la scuola locale e una persona molto cara a Zayne, e Trin si rende conto di essere stata ingannata e manipolata per un qualche oscuro fine.

Allora la rabbia esplode, i sentimenti sfuggono al controllo… e questo potrebbe essere la rovina per tutti loro.

Questa volta non ho amore a profusione da spargere nell’aria.
Ho appena terminato Rabbia e Rovina della Armentrout e devo dire che non sono molto entusiasta di come si è sviluppata la faccenda.

Certo, stiamo sempre parlando di una super autrice che a prescindere dai colpi di scena è in grado di intrattenere il lettore in maniera eccelsa, ma in questo caso non ho colto alcun colpo di genio.

Non fraintendetemi, il libro scorre che è una meraviglia. Tra il rapporto in bilico di Trinity e Zayne, i loro doveri di sterminatori di demoni, il Messaggero che li mette letteralmente in croce, ce n’è di materiale per divertirsi.

Però gli unici attimi in cui provavo del sano batticuore era quando presenziavano Roth e Cayman, per il resto solo una semplice e fresca lettura, a tratti molto divertente.

Per non parlare del finale Infinity War. Ho ancora qualche speranza di una risoluzione alla badboyz, ma chi lo sa cosa ci riserverà quella malefica…

In conclusione devo dire che sì, il libro non è male ma da una come la Armentrout francamente mi aspettavo di più. Poi forse sono io ad avere delle aspettative troppo fiscali, ma hey, mi ha abituata lei così bene!

In ogni caso la lista di Goodreads si allunga perché ovviamente voglio sapere come va avanti la vicenda e perché no, godermi ancora il Principe degli Inferi (Roth).

Giudizio:

Classificazione: 3 su 5.

Sensualità:

Violenza:

Cherry.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: